Bill Bryson – In un paese bruciato dal sole

Bill Bryson – In un paese bruciato dal sole

1 Aprile, 2019 0 Di mircodilernia

Bill Bryson è il simpatico ed irriverente scrittore di viaggi che ogni viaggiatore dovrebbe avere in libreria. Stiamo parlando di uno dei pochi scrittori capace di farmi ridere mentre leggo le pagine dei suoi libri illuminate dalla luce dell’abajour nella penombra della sera.

Sto parlando d’uno scrittore capace di raccontarti una storia, descriverti un posto, raccontarti un fatto, senza farti percepire il cosiddetto artificio della parola. Non usa parole contorte o inutili orpelli, va dritto al punto, meglio ancora se con un’esempio capace di fissare nella nostra mente un’immagine. 

Questo è un paese sorprendentemente vuoto eppure allo stesso tempo pieno di roba. Roba interessante, roba antica, roba non immediatamente spiegabile. Roba ancora da trovare. Datemi retta, questo è un posto interessante

Nel libro “In un paese bruciato dal sole“, Bryson ci racconta del suo viaggio durato alcuni mesi nella terra dei canguri, lo fa immergendosi tra la gente e cercando di capire e spiegare al lettore il perchè di alcuni comportamenti estranei alla sua cultura. Lo fa con un’irriverenza che ormai l’ha reso celebre e ne fa il suo marchio distintivo.

Non è vero che gli inglesi hanno inventato il cricket per far sembrare tutti gli altri comportamenti umani interessanti e vivaci; è stato solo un effetto indesiderato.

Lo scrittore decide di partire motivato da una domanda fondamentale, una domanda che si ripeterà più volte durante il corso del libro, “Perchè tutto il resto del mondo non si interessa di quello che succede in Australia?” Nel tentativo di trovare una risposta si avventura in mille e più supposizioni.

Nel suo viaggio percorre tutta l’Australia, da Sidney all’Ayers Rock, dalla barriera corallina ai parchi di Camberra, da Perth al torrido outback, insomma davvero tutta la terra dei canguri. Nel suo libro riesce persino ad includere un pò di storia e dati tecnici.

Bryson riesce a trasmettere la voglia di partire divertendo il lettore, senza mai annoiarlo con banalità, sempre con i tratti distintivi della sua bibliografia, con un ritmo inclanzante

Le persone sono molto gradevoli: allegre, estroverse, sveglie e immancabilmente cortesi. Le loro citta sono sicure e pulite e quasi sempre costruite sull’acqua. Hanno una societa che e prospera, ordinata ed egualitaria d’istinto. Il cibo e ottimo. La birra fresca. Il sole splende quasi sempre. Ci sono caffe a ogni angolo. Rupert Murdoch non vive più qui. La vita non potrebbe andare meglio di cosi.

Arrivato a questo punto non mi resta che augurarvi una buona lettura!