Monemvasia&Elafonissos

Dopo Sparta decidiamo di dirigerci più a sud, di avventurarci nella Laconia più meridionale, e ahimè, anche più turistica, ci dirigiamo verso Monemvasia, altra tappa del nostro viaggio, qui dormiremo in una classica casetta in pietra direttamente sull’isola.

L’isola di Monemvasia rimane collegata con il peloponneso esclusivamente grazie a un ponte artificiale costruito su una striscia di terra, l’ingresso alla old town (che di per sè costituisce circa il 30% della superficie dell’isola, il resto infatti è inabitato e privo di strade per esplorarla) è per soli pedoni, quindi niente Mini parcheggiata a 2 passi, con relativi bagagli trasportati a mano per le viettine anguste della cittadina. Ci dirigiamo subito in cima alla montagna dell’isola per ammirare il tramonto da lì, dove lo ammiravano i bizantini con le loro fortezze qualche secolo fa, la vista è meravigliosa, e la strada per arrivarci vertiginosa, ma la fatica risulta ben ricompensata. Non ci resta che esplorare la Monemvasia ‘continentale’, quella dall’altra parte del ponte, più mondana, piena di localini dove cenare a 2 passi dal mare e magari come noi, gustare una spremuta d’arancia e un mix di frutta prima di tornare a casa, domani sveglia presto.

L’arpa intona la sua melodia dal telefonino, è ora di alzarsi, oggi ci aspetta la spiaggia di Pori, a due passi da Monemvasia, qui incontriamo Giovanni, milanese in gita col camper, che ci spiega come funziona la spiaggia, la prima della mia vita dove l’ombrellone e lo sdraio sono gratuiti ma è gradita una consumazione al bar, anche solo una bottiglietta d’acqua è sufficiente. La sera ci concediamo una cenetta romantica sul porto della città ‘continentale’.

La mattina partiamo di buon ora, giusto una sosta in una bakery locale e ci mettiamo in marcia per Elafonissos, appena 40 minuti di macchina e siamo alla ferry che ci porterà sull’isoletta. Quando copri distanze così ‘piccole’ per diversi giorni di fila senti un po di malinconia nascosta, che poi lo so, è insensata quando fai un road trip di questo tipo, ma è la stessa tristezza che ti attacca quando inserisci la seconda e svolti nel vialetto di casa sapendo che resterai lì, il sapere che alla fine basta uscire, accendere la macchina, fare un km, e dopo un altro, aggiungerne ancora uno, e così via per ritrovarti dall’altra parte del mondo. Alla fine viaggiare è solo una questione di km, e pensare di poterlo fare partendo da casa ti disarma, visto che hai sempre pensato ai viaggi in aereo, sentire la strada che ti chiama è una cosa che non puoi evitare o nascondere, puoi solo assecondare.

La spiaggia più bella dell’isola, e secondo una di quelle classifiche da giornalino scandalistico la più bella dell’intera Grecia è qui, a 4km dal porto, così ci catapultiamo, sorpresi dal fatto che la troviamo mezza vuota, considerato anche il fatto che oggi è domenica. Simos Beach è letteralmente fantastica, il mare cristallino mi ricorda un atollo visitato in Thailandia, e il bagno è inevitabile. Torniamo sulla terra ferma e andiamo a incontrare Nektarius, il nostro host qui a Neapoli, ce lo porteremo nei ricordi con la sua lavatrice degli anni ’30 e la sua simpatia.

Il giorno dopo ci dirigiamo nuovamente verso Elafonissos, ma stavolta la solfa è ben diversa, la coda per la ferry è kilometrica, così dirottiamo su un altra fantastica spiaggetta sul continente, dove resteremo fino al tardo pomeriggio, prima di rientrare a casa e dirigerci poi in centro Neapoli per una partita a biliardo e una crepes al cioccolato.

P.S. Mirco 2 – Laura 1 (Biliard score)

DCIM100GOPROGOPR0934.JPG
Monemvasia
DCIM100GOPROGOPR0935.JPG
Monemvasia
DCIM100GOPROGOPR0970.JPG
Monemvasia dall’alto

DCIM100GOPROGOPR0974.JPGDCIM100GOPROGOPR0980.JPGDCIM100GOPROGOPR1002.JPGDCIM100GOPROGOPR1005.JPG

DCIM100GOPROGOPR1013.JPG
Ponte per Monemvasia
DCIM100GOPROGOPR1014.JPG
Gli ombrelloni gratuiti a Pori
DCIM100GOPROGOPR1029.JPG
L’acqua dalla ferry per Elafonissos
DCIM100GOPROGOPR1045.JPG
Simos beach
DCIM100GOPROGOPR1048.JPG
Simos beach
DCIM100GOPROGOPR1055.JPG
Simos beach
DCIM100GOPROGOPR1057.JPG
La spiaggetta continentale di ‘ripiego’

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: