Ecosia.org – Plant VS Google

Qualche giorno fa sono venuto a conoscenza di “Ecosia – Il motore di ricerca ecologico”, inizialmente mi sono chiesto se questa splendida iniziativa fosse una triste bufala pubblicitaria oppure una meravigliosa realtà, voglio condividere quanto ha scritto in merito Lorenzo Duranti nel suo Blog

“Come riportato sul sito Ecosia.org :
– tutti i server di Ecosia, funzionando con energia verde, non producono emissioni di CO2. Utilizzando Ecosia, le ricerche in rete diventeranno ecologiche;
– Ecosia guadagna circa 0,13 centesimi a ricerca e dona almeno l’80% di questo ricavato al WWF. Grazie a queste donazioni, è possibile salvare almeno due metri quadri di foresta ogni ricerca effettuata.

Letto questo, ho da subito sposato l’iniziativa e ho cercato di promuoverla più che ho potuto, tra conoscenti e non.

Tuttavia, a distanza di qualche tempo, sentii il bisogno di una prova tangibile della veridicità e buona fede del progetto. E’ per questo che inviai una lettera di spiegazioni al WWF, in quanto coinvolti in prima linea in questo progetto, chiedendo prove e conferme.

Dopo qualche mese, mi risponde una gentilissima Dr.Eva Alessi, Responsabile alla sostenibilità:

«Gentile Lorenzo,
Ecosia non è solo un motore di ricerca è un social business rivolto alla sostenibilità ambientale attraverso la destinazione dei ricavi a programmi mondiali di protezione della foresta pluviale.
Il servizio di Ecosia più conosciuto, è la maschera del motore di ricerca Ecosia.org, è offerto dalla tecnologia di Bing and Yahoo e consente attività di routine essenziali (come la ricerca sul web), a cui associa un contributo a favore dell’ambiente: non solo le ricerche di Ecosia compensano le emissioni di CO2 (certificato dal Gold Standard), ma ogni clic su un link sponsorizzato all’interno di Ecosia si trasforma in centesimi per l’ambiente (o in centesimi per la generazione di più centesimi).
Questi potrebbero non sembrare molti, ma, sommandosi, raggiungono un ammontare significativo. Dalla sua nascita fino a dicembre 2010, Ecosia è stata in grado di raccogliere quasi 125.000 euro per il programma di protezione della foresta pluviale gestito dal WWF e questo solo nel primo anno!

Sul sito http://ecosia.org/blog/?p=146 (nella barra in alto ci sono gli approfondimenti che credo le interessino ) può trovare quanto le ho raccontato.
Sarà peraltro pubblicato a breve il Business report, strumento ufficiale di rendicontazione delle entrate e del progetto in essere

Come WWF siamo molto felici del progetto e dei risultati che sta ottenendo.

Mi faccia sapere se desidera altre informazioni, il progetto fa vanto della propria trasparenza!

Un cordiale saluto
Eva Alessi »

QUINDI? ECOSIA, BUFALA O REALTA’? DIREI UNA BELLISSIMA REALTA’!”

Che dire? Chissà se tra qualche anno la nostra coscienza ambientalista riuscirà a farci usare termini come “Goglato” anche su Ecosia, per il momento, non ci resta altro da fare che andare a cliccare:

Ecosia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: